Le luci, gli addobbi, l'atmosfera ci preparano ormai all'imminente arrivo del Natale. Tutto molto magico e suggestivo. Ma basta una parola per trasformarsi nel Grinch: I REGALI!

vino-bottiglia-natale

Ogni anno la stessa storia. Dicembre ci impone di spremere le meningi alla ricerca del pensiero originale e di mettere mani al portafogli per farlo diventare realtà. I cassetti sono pieni di calze e slip improponibili con renne ed elfi, cravatte dai colori improbabili occupano spazio nell'armadio e utensili di cui non si è mai capita l'utilità sono il ricordo di chi uno sforzo in più magari poteva farlo. La soluzione è il vino. No, non si tratta di berci su ma di regalarlo. Se sappiamo che il nostro amico è un winelover optiamo per una bottiglia. Ma vediamo come scegliere il vino giusto da mettere sotto l’albero di Natale...

VINO A NATALE, UN REGALO PER TUTTE LE TASCHE

vino-natale

C’è una parola che va a braccetto con regali ed è budget. Sicuramente è un fattore che condiziona le nostre scelte. Bene, quando si parla di vino il ventaglio di possibilità è ampio e spesso un budget limitato non penalizza la qualità del prodotto. Dai 10-20 euro è possibile trovare vini Doc o Docg di ottima qualità. Se poi vi sentite particolarmente generosi ci sono vini prestigiosi che vi faranno fare bella figura con il destinatario del cadeau. Ma, una raccomandazione, meglio puntare alla qualità che alla quantità. In questo caso la famosa espressione “two is megl che one” è out. Orientarsi verso un buon vino anziché verso una coppia scadente.

A NATALE AD OGNUNO IL SUO VINO

Anche se non sembra, il vino è un regalo molto personale. E’ come regalare un profumo. Bisogna, perciò, conoscere la persona per cui è pensato. In primis avere un’idea dei suoi gusti. Il nostro amico preferisce i bianchi o i rossi? Fermi o bolle? E’ un amante degli abbinamenti a tavola o si rilassa con un buon calice anche lontano dai pasti? Sono tutti elementi utili a rendere gradito il nostro regalo e a far capire che si è trattato di una scelta ragionata su misura del suo palato.

OCCHIO ALLA SOSTANZA, NON ALL’ABBONDANZA

vino-calici-natale

Cosa c’è di più impersonale dei famosi cesti natalizi? Vanno forse ancora bene se vogliamo mostrarci grati al nostro medico di famiglia, ma banditi per colui che definiamo amico. Vale la regola dell’amicizia: “Pochi ma buoni”. Un vino scelto con attenzione e amore vale più di mille cesti pieni di prodotti di cui spesso stentiamo a capire l’identità. Se poi è ben confezionato magari con un’elegante busta porta bottiglia e accompagnato da un biglietto di auguri vi farà fare un figurone.

REGALO SPECIALE: VINO FORMATO MAGNUM

Se il nostro è davvero un grande amico allora merita un regalo alla sua altezza. Vino sì, ma formato magnum. Non sono facili da trovare e questo rende ancora più prezioso il regalo. Per reperirle basta rivolgersi direttamente alla cantina che abbiamo scelto. La magnum è un po’ un simbolo di festa, di abbondanza che in occasioni speciali come il Natale non guastano mai. Insomma, se il destinatario del regalo è un vero winelover e, soprattutto, un buon amico non potrà che essere felice di stappare con voi questa bottiglia.